33 comments

  1. Io personalmente da pensionato avrei optato per il Portogallo magari un po più costoso ma sicuramente per paesaggi clima e stile di vita imparagonabile ad una grigia realtà dell'est europa

  2. “Io con 500 euro pago le tasse per tutto L anno”. Significa che ci vogliono 7 stipendi di un impiegato bulgaro. Mi sembra di aver capito che il loro stipendio medio è di circa 70 euro.

  3. Sono davvero così cretini da pensare che il problema sia l'Italia? Una passata di Regno Unito a questi qua per far loro capire cosa sia una pensione inglese…consumata in Inghilterra e poi vediamo quanto fa schifo l'Italia!

  4. Perché in Italia costa tutto tanto?? Per quale motivo ci trattano in questo modo? Perché ci danno 1.100 o 1.200 al mese, e tra Affitto bollette e mangiare molte volte amalapena bastano!!! E tasse tasse tasse… Dicono che non ci sono soldi!! E poi su internet e ovunque ci sono pubblicità prestiti in tutti i modi anche personalizzati addirittura!!!! Il Che cosa vogliono fare davvero?? Il governo oramai da tanto tempo Agiscono nello stesso modo in cui agisce la mafia! Forse perché ne anno presso pieno possesso?

  5. Le parole dell'ultimo pensionato ("m'hanno costretto ad andare via, m'hanno rubato la patria") sono quelle di tanti altre persone, anche non pensionate, che sono state costrette ad andarsene per sopravvivere, mentre in Italia sopravvive una casta di persone dipendenti dello stato lautamente retribuite, baby pensionati, quelli del reddito di cittadinanza, mentre tutti gli altri possono anche morire, prima vengono le Nuove Risorse ovvero i futuri elettori della Boldrini e dei seguaci di Saviano.

  6. con la liretta, i pensionati davano la mancetta ai nipoti gli aprivano il libretto di risparmio,,aiutavano i figli,,,ora se non se ne vanno non riescono neanche a mangiare, assurdo equitalia che continua a chiedere a gente che non ha,,ma hanno ragione ora possono vivere perche sono lontani dalle pressioni e dai saccheggi del fisco italiano che solo pensa a togliere , mentre a questa gente che ha lavorato una vita gli spetterebbe un poco di tranquillita di serenita di comprensione e no rotture di coglioni

  7. andarsene dall'italia va bene, lo capisco, ma perche' proprio in bulgaria? ci sono altri paesi dove la vita costa poco ed ha un clima migliore, tipo il portogallo, malta o la grecia

  8. Io vivo e lavoro a Sofia e vi racconto la mia prospettiva:

    frutta, verdura e vestiti decenti = grossomodo stessi prezzi dell'Italia, centesimo più centesimo meno. E stesse catene di negozi (Zara, H&M, Terranova, Waikiki, Peek & Cloppenburg oltre ovviamente alle grandi marche Nike, Adidas, Asics etc.). C'è un gran numero di negozi che vendono vestiti di seconda mano sia a Sofia che nelle città minori se si vuol risparmiare ed è possible acquistare cibo scadente, ma suppongo che a nessuno piaccia avere poi la cacarella.

    Le bollette qui si pagano mensilmente. Per la corrente elettrica, il prezzo in media è di circa 7 centesimi di euro al kW. L'acqua viene circa 10-15 euro al mese. Io ho il riscaldamento elettrico e durante i mesi estivi le bollette complessivamente variano tra le 35 in estate e le 100 euro durante l'inverno (al mese!).

    Internet costa relativamente meno ed è più veloce perché la fibra ottica a Sofia c'è di base fino a 100 MB/s. A seconda del pacchetto che prendete, può variare dalle 8-10 euro al mese fino a 50 euro al mese nei pacchetti più completi (internet + TV + telefono)

    Affitto: il prezzo attuale si aggira sulle 4-5 euro al mq, ovviamente tendenzialmente più alto nei quartieri bene e più alto durante l'autunno con il rientro degli studenti universitari. (parlo di appartamenti moderni, i tuguri li trovi a prezzi più modesti).

    Immobili in vendita: fatevi un giro su imot.bg per farvi un'idea sia del prezzo di vendita che di eventuali affitti (anche fuori sofia)

    Trasporti: Sofia offre tram, bus, filobus e metro, oltre agli scooter elettrici. L'abbonamento con carta a tutti i mezzi costa 25 euro al mese, oppure 17 solo metro. Un biglietto singola corsa costa 80 centesimi di euro e il giornaliero 2 euro. Il traffico è quello di una grande città con la differenza che le rotonde qui praticamente non esistono, ci sono semafori dappertutto e ciò può essere parecchio stressante.

    Mangiar fuori può essere economicissimo (il cibo di strada è abbastanza abbordabile) oppure parecchio costoso. Dipende da dove si va ovviamente. Le trattorie in centro ad esempio non sono locali dove quattro persone pagano 35 leva (17 euro), è più probabile che si paghino queste cifre a persona piuttosto. Una pizza ben condita costa normalmente circa 4-6 euro. La birra al pub è molto più economica rispetto all'Italia dove puoi prendere una grande alla spina e pagare 1,5-2 euro in media.

    Per chi lavora con le lingue come me, gli stipendi sono di circa 800-1000 euro (+ eventuali bonus). Sottratti affitto e bollette, si campa con i restanti 600 euro al mese. Non garantiscono certo una vita agiata però si può andare a mangiar fuori ogni tanto senza farsi troppi problemi. Ovviamente viaggiare è una questione di saper fare economia, visto che la valuta (il lev) è meno forte rispetto all'euro al qualche comunque è agganciato con un cambio fisso a 1,95 circa.

Leave a comment

Your email address will not be published.